10
ago

AcroMAX 2018 – Campionati Italiani Run 1 & 2

Benvenuti nella seconda giornata di evento, terminate le prove di ieri, è GARA con la G maiuscola, due le prove di oggi chiamate nel gergo RUN una al mattino ed una al pomeriggio.

I piloti si sono esibiti in una run mattutina piuttosto equilibrata con lunica eccezzione di Nico, della provincia di Trento che eseguito una delle sue migliori run di sempre portandosi in testa alla classifica provvisoria, la seconda run della giornata è stata quella più determinante in quanto i piloti si sono lanciati nelle manovre più complesse e spettacolari del loro repertorio. Egor Posokhin, dalla Russia, è stato quello che ha ottenuto il punteggio maggiore volando con la sua nota aggressività unita alla fluidità e dolcezza nellamalgamare al meglio le mavre scelte, merito anche della famiglia? Eh si perchè il suo sponsor principale è proprio la moglie Maria, solo secondo il produttore di vele U-Turn.

Grande spettacolo anche dal giovanissimo ( 16 anni ) Norbert Winkler, Austriaco, che si è esibito nella sua prima competizione proprio qui sul Lago di Cavazzo ( Udine ). Un ragazzo davvero promettente che rivedremo nelle prossime fasi del mondiale, che ricordo essere dal 12 al 15 Agosto compreso con fuochi dartificio sul lago la sera del 14.

Per quanto riguarda gli italiani in gara Nicola Donini è stato quello che ci ha tenuto con il fiato in sospeso più a lungo, uno spettacolare atterraggio finale dopo una run effettuata con la vela di un amico ( La sua è infatti dispersa tra aeroporti ) gli ha permesso di conquistare il secondo posto provvisorio in classifica generale, dovrà domani difendere il titolo italiano 2017.

Mael Jimenez, giovane francese si piazza al terzo posto con due solide run ottimamente condotte.

Da sottolineare anche la presenza dei migliori piloti nazionali Marco Dilimberto, Fiorenzo Graziano Fiore e lesponenziale Nico Calliari.

Domani seconda ed ultima giornata di gara per incoronare il nuovo Campione Italiano Parapendio Acrobatico 2018.

Stay tuned 😉

Foto & testi – Stefano Gurgone / Volo Libero Friuli